Una tecnica antica, quella degli smalti, antica forse quanto le nostre civiltà. E quando ti aspetti che le secolari frequentazioni l'abbiano ormai privata di ogni motivazione artistica, può capitare di scoprirne nuove potenzialità espressive, frutto di originali, quanto laboriose, ricerche fecondate dalla creatività e dall'amore per la materia. Nascono allora forme unicellulari, seriali ma infinitamente varianti, una sorta di scrittura simbolica con la quale Sonia ha per lungo tempo narrato piccole storie individuali e grandi vicende collettive. Recentemente l'orizzonte della ricerca si è ampliato, il rigore della stilizzazione si è un po' stemperato, la figura umana si è arricchita di connotazioni "leggere" e modernamente arcaiche. Immutato mi sembra però l'obiettivo di esplorare l'umanità di una "società" ormai tecnologica, frenetica e caotica, ma che nel gesto della comunicazione è ancora legata ad archetipi e simbolismi.

                                                                                                                                                                                                                                         Edo Maffeo